Cosa sono le zanzare?

Zanzara coreana o Aedes Koreicus
Ae. koreicus è una specie asiatica originaria di Corea, Giappone, Cina e Russia orientale. Non molte informazioni sono disponibili sulla biologia e l'attività di questa specie. E’ stato segnalato che si nutre di esseri umani e animali domestici  e sembra essersi ben adattata all'ambiente urbano. Le larve si sviluppano in tutti i tipi di contenitori artificiali vicino alle case e anche in piscine, sulle rocce delle colline o nelle cavità degli alberi. Gli adulti sembrano mordere gli esseri umani sia di giorno che di notte. Come altre specie del genere Aedes, Ae. koreicus sverna allo stadio di uovo da cova, in primavera, quando la neve si scioglie. Rispetto alla zanzara tigre asiatica, Ae. koreicus sembra essere più tollerante ad un clima freddo, il che rende questa specie in grado di sopravvivere e stabilirsi nelle zone collinari e prealpine d'Italia.


Zanzara tigre o Aedes Albopticus
La Zanzara Tigre è una costante (occasionalmente epidemico) vettore del virus Dengue in alcune zone dell’Asia ed è vettore di molti altri virus in condizioni sperimentali. La Zanzara Tigre è anche responsabile del virus mortale che causa la Febbre Chikungunya, una malattia diffusa dala zanzara dopo la sua introduzione nell'isola di La Reunion, nell'Oceano Indiano, nel 2005. Dal settembre del 2006, 266 persone furono infettate dalla malattia, con 248 decessi. Anche se la zanzara non è il vettore primario del Virus del Nilo Occidentale,  il West Nile è stato isolato anche grazie alla cattura in trappole raccolta di esemplari di questa specie. Anche la Filaria che infetta  cani e gatti è una malattia diffusa da questo insetto.
A differenza di molte altre zanzare, Ae. Albopticus è attiva anche durante il giorno, rendendola un fastidio più difficile da evitare. Va notato che, come tutte le zanzare, morde solo la femmina della specie, in modo da procurarsi una fonte di cibo proteico necessaria per produrre le uova. In caso contrario, le zanzare ricavano i nutrienti dai carboidrati delle piante.
Anche se il controllo dei vettori di malattie è la preoccupazione principale per i servizi sanitari, il fastidio arrecato dai morsi presenta anche un problema sociale misurabile, inibendo le attività ricreative all'aperto e, in molte zone,  disturbando l’economia del turismo. Va inoltre notato che come una specie particolarmente invasiva e aggressiva e con una vasta gamma di habitat vitali, Aedes Albopticus minaccia l'equilibrio ecologico naturale spodestando le specie autoctone.
Come altre zanzare Ae. Albopictus  ha un ciclo di vita che inizia in un ambiente acquatico. Le femmine adulte tipicamente depongono le loro uova appena al di sopra del livello dell'acqua. Essendo un insetti tropicale a sangue freddo, sono richiesti temperature superiori perché le uova si schiudano in larve. Temperature più elevate accelerano il loro metabolismo.
Esse si adattano con successo alle regioni più fredde. Nelle regioni tropicale calde e umide, sono attive tutto l'anno, tuttavia, nelle regioni temperate vanno in letargo durante l'inverno. Le uova provenienti da ceppi in zone temperate sono più tolleranti al freddo di quelle provenienti da regioni più calde.
Le uova possono anche tollerare la neve e temperature inferiori al congelamento. In Inoltre, gli adulti possono svernare in microhabitat idonei come le fogne.
Zanzara comune o Culex
Le zanzare Culex sono una specie molto importante. Come molte altre sono vettori di malattie comuni come la Malaria e il Virus del Nilo Occidentale. La zanzara Culex può essere trovata in tutto il mondo, ad eccezione dell'Antartide.
Le uova vengono deposte singolarmente o in batterie sulla superficie dell'acqua, ma se disturbate esse affonderanno. Con abbondanza di materia organica, le larve prospereranno.
Una volta che le zanzare Culex sono diventate adulti, le femmine sono in grado di trasmettere malattie. Le femmine hanno bisogno di sangue in modo che le uova si sviluppino diffondendo le malattie. Le zanzare del genere Culex si nutrono di persone e animali, anche gli uccelli sono molto comunemente il loro cibo.
La zanzara Culex è in grado di nutrirsi di uccelli e di trasmettere loro malattie, le quali possono diffondersi ulteriormente con gli uccelli, in grado di viaggiare molto più delle zanzare.
L’alimentazione della zanzara Culex normalmente avviene durante la notte. Dopo il pasto, la zanzara Culex cercherà un posto freddo e umido per riposare e digerire. La digestione di un pasto può prendere da 2 a 7 giorni mentre occorrono da 1 a 3 pasti per produrre un grappolo di uova.
La prevenzione della zanzara Culex è importante a causa della quantità di virus che può diffondere.  
Zanzara egiziana o Aedes Aegypti
Aedes  Aegypti è il vettore principale del virus Dengue ed è un insetto strettamente associato con gli esseri umani e le loro abitazioni. Gli esseri umani non solo forniscono alle zanzare i pasti di sangue ma anche i contenitori per l'acqua, in giro per la casa, necessari per completare il loro sviluppo. La zanzara depone le uova sui lati dei contenitori pieni d’acqua, dopo una pioggia per esempio, e le uova si schiudono in larve. Una larva si trasforma in una pupa in circa una settimana e in una zanzara in due giorni. Si vedono Aedes principalmente in habitat acquatici: dalle cavità degli alberi ai servizi. Gli uomini forniscono loro anche il riparo in quanto Ae. Aegypti riposa preferenzialmente nelle aree più fresco e adombrate, come ad esempio gli armadi, che forniscono loro la possibilità di mordere anche al chiuso.

È molto difficile da controllare la diffusione o eliminare Ae. Aegypti perché hanno elevata capacità di adattamento all'ambiente, il che le rende altamente resilienti, ed anche perché hanno la capacità di tornare  rapidamente ai numeri iniziali dopo disturbi derivati da fenomeni naturali (come ad esempio la siccità) o da interventi umani (ad esempio le misure di controllo). Un risultato di tale adattamento è la capacità delle uova di resistere all’essiccazione e di sopravvivere senza acqua per alcuni mesi sulle pareti interne dei contenitori. Ad esempio, se dovessimo eliminare tutte le larve, le pupe, e le Ae. Aegypti adulte contemporaneamente da un luogo, la loro popolazione potrebbe recuperare due settimane più tardi come risultato della schiusa di un uovo in seguito precipitazioni o all'aggiunta di acqua nei contenitori che lo ospitano.

 

Compila subito il form per avere un preventivo gratuito!!